Giuliano Mandolesi – Italia Oggi – 35
Ultima chance per i ritardatari della rottamazione-ter. Entro il prossimo 9 dicembre potranno pagare la rata scaduta lo scorso 31 luglio riattivando di fatto la sanatoria. L’ennesimo ripescaggio della definizione agevolata delle cartelle esattoriali è stato concesso dal decreto legge fiscale che all’articolo 37 è intervenuto retroattivamente sulla scadenza della prima o unica rata dei piani di rottamazione stabilendo una proroga della stessa dal 31 luglio al 30 novembre 2019. Rientrano nello slittamento tutti coloro che hanno presentato le istanze della rottamazione ter entro lo scorso 30 aprile e anche due casistiche di rottamati bis. Il primo gruppo concerne chi, in regola con i pagamenti al 7 dicembre 2018, ha usufruito del differimento automatico delle somme residue dovute in ulteriori 10 rate da versare nel’arco di 5 anni la prima con scadenza appunto il 31 luglio 2019. Il secondo gruppo riguarda chi non ha provveduto all’allineamento dei versamenti entro il 7 dicembre 2018 a cui è concesso comunque un nuovo piano di rateizzazione della durata di un anno e mezzo con termine il 30 novembre 2021.