Close

NOVITÀ FISCALI

Istituzione del codice tributo per il versamento dell’imposta sostitutiva dell’Irpef per i trasferimenti dall’estero al Mezzogiorno d’Italia
L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 19/E del 21 aprile 2020, ha istituito il codice tributo ‘1899’ denominato ‘Imposta sostitutiva dell’Irpef – Pensionati esteri nuovi residenti – art. 24-ter del Tuir’. Devono utilizzare questo codice tributo i soggetti che hanno esercitato l’opzione per il pagamento, in un’unica soluzione, dell’imposta sostitutiva dovuta tramite modello F24, entro il termine di pagamento del saldo delle imposte sui redditi. Ad essere coinvolte sono le persone fisiche, titolari di redditi da pensione erogate da soggetti esteri, che decidono di trasferire la propria residenza in uno dei comuni del Mezzogiorno d’Italia con popolazione non superiore a 20mila abitanti o in uno dei comuni colpiti dagli eventi sismici del 2016, con popolazione non superiore a 3mila abitanti. Il regime agevolato consiste nella possibilità di assoggettare i redditi di qualunque categoria, prodotti all’estero, a un’imposta sostitutiva, calcolata in via forfettaria, dell’Irpef del 7%, per ciascun anno per cui è valida l’opzione. Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 31 maggio 2019, ha definito le modalità applicative per l’esercizio e la revoca dell’opzione, la cessazione degli effetti, nonché di versamento dell’imposta sostitutiva.
(Vedi risoluzione n. 19 del 2020)